Submission

Gli articoli proposti per la pubblicazione sono sottoposti a un duplice vaglio di ammissibilità. In una prima fase il Comitato scientifico e la Redazione valutano la congruenza dell’abstract o dell’articolo rispetto all’indirizzo scientifico della Rivista.

La seconda fase consiste nella sottoposizione del testo alla procedura di double-blind peer review.

Norme redazionali

La rivista pubblica i seguenti tipi di contributi, in lingua italiana oppure a scelta dell’Autore:

Saggi, max 60.000 caratteri, note e spazi inclusi;

Ricerche e Studi, max 30.000 caratteri, note e spazi inclusi;

Note Critiche, max 20.000 caratteri, spazi e riferimenti bibliografici inclusi;

Recensioni, max 15.000 caratteri, spazi e riferimenti bibliografici inclusi.

Layout di pagina

Margine superiore: 3cm

Margine inferiore: 3cm

Margine sinistro: 3cm

Margine destro: 3cm

Font: Times New Roman

Carattere: 12

Interlinea: 1,15

Paragrafo: giustificato, con rientro speciale prima riga 1,5 cm

Titolo Elaborato e Paragrafi in grassetto

a) Le parti che devono essere scritte in corsivo sono:

  • parole straniere

  • titoli di testi

  • le didascalie delle figure e delle tabelle

Le parole o frasi in altra lingua estrapolate dai testi consultati sono da considerarsi citazioni e come tali vanno scritte in carattere tondo e tra virgolette («»).

All’interno della citazione, le eventuali aggiunte esplicative a cura dello scrivente devono essere poste in corsivo e tra parentesi quadre: Es.: «Quella mattina, Gregor Samsa [il protagonista del racconto] si trovò trasformato in un orribile insetto…».

b) per le note:

  1. In caso di monografia, l’autore è indicato con nome per esteso e cognome, il titolo è indicato in corsivo, le altre parti sono in carattere tondo e nel seguente ordine: editore, luogo di edizione, data e pagina. Es.: Giuseppe Limone, Persona e memoria. Oltre la maschera: il compito del pensare come diritto alla filosofia, Rubbettino, Soveria Mannelli (CZ) 2017, p. 212
  2. È preferibile l’uso di sigle (ASN, BNN, etc…) senza la punteggiatura intermedia (A.S.N., B.N.N.).

  3. Es. per saggi pubblicati in volumi miscellanei: James G. Frazer, Magia e religione, in AA.VV., Magia e civiltà, a cura di Ernesto De Martino, Garzanti, Milano, 1962, p. 59 ss.

  4. Le Riviste seguono il criterio di citazione suggerito dall’Editore.

Nel caso di opere già citate, far seguire al nome dell’autore le prime parole del titolo, solo quando di uno stesso autore sono citati più testi.

Es.: G. Limone, Persona e memoria, cit., p. 200.

Se in nota si rinvia alla stessa opera della nota precedente, usare ivi, seguito dalla pagina; se anche la pagina è la stessa, usare ibidem.